News - Pag. 1
PhotoACTIVE spray è Antibatterico e antivirus
Photoactive testato contro COVID 19 e H1N1

SIENA - Testato all'Università di Siena un nuovo prodotto antimicrobico per superfici che ha dato ottimi risultati anti-Covid
Il Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’Università di Siena, diretto dalla professoressa Maria Grazia Cusi, ha recentemente studiato l'efficacia antimicrobica di un nuovo composto per superfici, che ha dato ottimi risultati non solo sui comuni virus influenzali ma anche sul Sars-CoV-2. Le analisi e i test sono stati commissionati dall'azienda Biomedical Pharma sul composto Photoactive prodotto dalla L&G srl.
RISULTATI: PhotoACTIVE diluito al 40%: minore di 6 Log sia contro il COVID 19 sia contro l'H1N1.

Un nostro particolare ringraziameto da parte della direzione e dello staff L&G alla Prof.ssa Cusi

DOWNLOADDOWNLOAD
PhotoACTIVE news 03-04-2020
Photoactive, parlano di noi
PhotoACTIVE spray è Antibatterico e antivirus
Photoactive per tutti

La soluzione fotocatalitica per l'igienizzazione.
Per tutte le superfici, lo spruzzi una volta sola e dura per mesi. E' il miglior prodotto permanente disponibile sul mercato Italiano in grado di denaturare le membrane batteriche con la luce del giorno.

Vai alla paginaVai alla pagina
PhotoACTIVE - Approvato da FDA

FDA - USA: Richiesto da società fidelizzata come cliente, Esse Marine Inc. 18628 SW 50th Court MIRAMAR, FL 33029 - USA, il parere alla Food and Drag Amministration l'uso di PhotoACTIVE da utilizzare per pulire superfici igienizzate, pareti, pavimenti, soffitti ecc.
Risposta: Non è necessaria la certificazione FDA

Apri il FileApri il File
PhotoACTIVE - Disinfezione da Batteri e Virus

Attualmente, l'emergere di un nuovo coronavirus umano, chiamato 2019-nCoV, è diventato un problema di salute globale che causa gravi infezioni del tratto respiratorio nell'uomo. Le trasmissioni da uomo a uomo sono state descritte con tempi di incubazione tra 2-10 giorni, probabilmente facilitate dalla sua diffusione attraverso goccioline, mani o superfici contaminate. Abbiamo quindi rivisto la letteratura su tutte le informazioni disponibili sulla persistenza dei coronavirus umani e veterinari su superfici inanimate, nonché sulle strategie di inattivazione con agenti biocidi utilizzati per la disinfezione chimica, ad es. nelle strutture sanitarie. L'analisi di 22 studi rivela che i coronavirus umani come il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS), il coronavirus della sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS) o i coronavirus umani endemici (HCoV) possono persistere su superfici inanimate come metallo, vetro o plastica fino a 9 giorni, ma possono essere inattivati in modo efficiente mediante procedure di disinfezione delle superfici con etanolo al 62-71%, perossido di idrogeno allo 0,5% o ipoclorito di sodio allo 0,1% entro 1 minuto. Altri agenti biocidi come lo 0,05-0,2% di benzalconio cloruro o lo 0,02% di clorexidina digluconato sono meno efficaci. Poiché non sono disponibili terapie specifiche per 2019-nCoV, il contenimento precoce e la prevenzione di un'ulteriore diffusione saranno cruciali per fermare l'epidemia in corso e controllare questo nuovo filo infettivo.
Conclusioni: I coronavirus umani possono rimanere infettivi su superfici inanimate per un massimo di 9 giorni. La disinfezione delle superfici con ipoclorito di sodio allo 0,1% o etanolo al 62-71% riduce significativamente l'infettività del coronavirus sulle superfici entro 1 minuto di esposizione. Ci aspettiamo un effetto simile contro il 2019-nCoV. Ad oggi non esiste un rimedio, ma solo prevenzione. Suggeriamo la disinfezione degli ambienti e delle attrezzature con PhotoACTIVE, un rivestimento permanente in grado di decomporre qualsiasi elemento a base di carbonio o biologico che si deposita sulla sua superficie per almeno 6 mesi.
La mappa del contagio aggiornata in Italia è disponibile sul sito della GEDIVISUAL, clicca sul linK per collegarti

Mappa COVID 19Mappa COVID 19
Abbiate cura dei più piccoli

Iss: i consigli per gli ambienti chiusi
Restiamo a casa e facciamo attenzione alla pulizia dell’ambiente domestico. Seguendo questi semplici consigli dell’Istituto superiore sanità (Iss) possiamo mantenere l’aria pulita nelle nostre case rendendo più salubre il periodo di isolamento o quarantena. Sono raccomandazioni che valgono in generale per tutti gli ambienti chiusi: da quelli degli uffici e degli esercizi commerciali a quelli dei mezzi di trasporto. Leggi di più sul Ministero della Salute, collegati cliccando sul link ISS

ISSISS